Home page
Home | Newsletter | Link | Info e contatti | Mappa del sito | Crediti
English version
Associazione Culturale Tonino Guerra Tonino Guerra Attività dell'Associazione Culturale Tonino Guerra  I musei di Tonino Guerra Gli eventi dell'Associazione Culturale Tonino Guerra Comunicati e rassegna stampa
       
       › Home Tonino Guerra Filmografia Un tranquillo posto di campagna  
 
  Immagine non disponibile   Un tranquillo posto di campagna

Anno
1968

Altri titoli
Un coin tranquille a la campagne

Durata
116

Origine
Italia

Colore
C

Genere
Drammatico

Produzione
Alberto Grimaldi, P.E.A. (Roma) Les Prod. Artistes Associes (Paris)

Distribuzione
P.E.A.- U.A. - Durium Home Video, Deltavideo

Regia
Elio Petri

Soggetto
Elio Petri
Tonino Guerra

Sceneggiatura
Luciano Vincenzoni
Elio Petri

Attori
Giulia Menin
Rita Calderoni - Egle
Otello Cazzola
Madeleine Damien - madre di Wanda
Piero De Franceschi
Costantino De Luca
Umberto Di Grazia
Georges Geret - Attilio
Gabriella Grimaldi - Wanda
John Francis Lane - infermiere
Renato Lupi
Renato Menegatto - amico di Egle
Elena Vicini
Sara Momo
Franco Nero - Leonardo Ferri
Parino Pagiola
Vanessa Redgrave - Flavia
Valerio Ruggeri
Graziella Simionato
Mirta Simionato
Arnaldo Momo
Marino Biagiola
Giuseppe Bello
Bruna Simionato
Onofrio Folli
David Mansell - il medium
Camillo Besenzon

Fotografia
Luigi Kuveiller

Musiche
Ennio Morricone

Montaggio
Ruggero Mastroianni

Trama
Leonardo Ferri, pittore di gran successo, sentendosi venir meno la capacità di lavorare, si trasferisce in una antica villa veneta. Su una parete della casa è dipinto il ritratto, sbiadito dal tempo, di una giovane donna. Un uomo, il fattore Attilio Bressan, depone di quando in quando dei fiori ai piedi di un muro crivellato di colpi. Le stanze della villa risuonano di strani rumori, le porte si chiudono senza che mano le tocchi, gli oggetti cadono da soli. Irresistibilmente spinto a indagare, Leonardo apprende la storia di Wanda, la giovane contessina che abitava nella villa con sua madre e che era stata, (prima di morire colpita dai proiettili sparati da un aereo) molto generosa di sé con tutti gli uomini del paese. Ella continua a vivere, in forma di fantasma, tra i muri della villa e suoi sono i tentativi di uccidere Flavia, l'amante di Leonardo, sentita come un'intrusa. Che ciò accada veramente ad opera di Wanda, o che gli attentati siano inconsciamente compiuti dallo stesso pittore, il fatto è che Leonardo, convinto di aver ucciso l'amante, finisce in manicomio da dove continuerà a inviare sul mercato, con grande successo, i suoi quadri.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  Biografia
  Galleria immagini
  Opere:
  Letteratura
  Arte
  Costume
  Bibliografia
  Filmografia
  Luoghi Guerriani:
  Santarcangelo di Romagna
  Pennabilli
  Roma
  Russia
  Luoghi della poesia
  Spot tv
  Premi e riconoscimenti
  Dicono di lui:
  85 pensieri
  Pubblicazioni
  Documentari
versione stampa
Sito realizzato con la collaborazione di  
 
Associazione | Tonino Guerra | Attività | Musei | Eventi | Area stampa
© 2007 - Associazione Culturale Tonino Guerra - Via dei Fossi, 4 - 47864 Pennabilli RN - CF 92035480414