Home page
Home | Newsletter | Link | Info e contatti | Mappa del sito | Crediti
English version
Associazione Culturale Tonino Guerra Tonino Guerra Attività dell'Associazione Culturale Tonino Guerra  I musei di Tonino Guerra Gli eventi dell'Associazione Culturale Tonino Guerra Comunicati e rassegna stampa
       
       › Home Tonino Guerra Filmografia La notte  
 
  Immagine non disponibile   La notte

Anno
1960

Altri titoli
Dare e avere
La nuit
The night

Durata
122

Origine
Italia

Colore
B/N

Genere
Drammatico, Psicologico

Produzione
Emanuele Cassuto per la Nepi Film, (Roma); Sofitedip, Parigi; Silver Film, Parigi

Distribuzione
Dino De Laurentiis - Azzurra Home Video

Divieti
Vietato ai minori di 16 anni

Regia
Michelangelo Antonioni

Soggetto
Michelangelo Antonioni
Ennio Flaiano
Tonino Guerra

Sceneggiatura
Michelangelo Antonioni
Ennio Flaiano
Tonino Guerra

Attori
Marcello Mastroianni - Giovanni Pontano
Jeanne Moreau - Lidia
Monica Vitti - Valentina
Bernhard Wicki - Tommaso
Rosy Mazzacurati - Resy
Guido Ajmone - Marsan Fanti
Vincenzo Corbella - Gherardini
Maria Pia Luzi - ninfomane
Ugo Fortunati - Cesarino
Gitt Magrini
Ettore Ulivelli
Vittorio Bartolini
Odile Jean
Ottiero Ottieri
Giansiro Ferrata
Roberta Speroni Fortunati
Salvatore Quasimodo
Roberto Sanesi
Giorgio Gaslini
Valentino Bompiani
Alceo Guatelli
Eraldo Volonté
Giorgio Negro

Fotografia
Gianni Di Venanzo

Musiche
Giorgio Gaslini

Montaggio
Eraldo Da Roma

Scenografia
Piero Zuffi

Trama
Dopo pochi anni di matrimonio, lo scrittore Giovanni Pontano e sua moglie Lidia s'accorgono che il loro amore è ormai finito nel grigiore della noia e di una sempre crescente incomunicabilità. La narrazione inizia con la visita che i due coniugi fanno ad un loro intimo amico, anch'egli scrittore, che vive le ultime ore della sua vita in una lussuosa clinica. La dolorosa visione del moribondo spinge Giovanni alla ricerca di una qualsiasi distrazione mentre Lidia, come vuota d'ogni sentimento, vaga senza scopo nella città assolata e deserta. La sera, dopo un'annoiata visita ad un night Club, i due raggiungono la fastosa villa di un industriale che propone a Giovanni un lavoro redditizio. Giovanni prende tempo. Raggiunge la figlia dell'ospite, che s'annoia nella propria quasi patetica solitudine, e la corteggia. Lidia, a sua volta, accetta con indifferenza le attenzioni di un altro ospite, ma si ritrae decisamente quando queste si fanno più pressanti. L'alba sorprende Lidia e Giovanni l'uno accanto all'altra, ancor più tristi e disillusi. Nel silenzio della campagna, i due trovano il coraggio di parlare apertamente e con rimpianto della loro passata felicità, e con impeto improvviso Giovanni abbraccia sua moglie.

Note
Orso d'oro e Premio Fipresci al Festival Internazionale di Berlino 1961.
David di Donatello 1961 e Nastro d'argento 1962 per la miglior regia.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  Biografia
  Galleria immagini
  Opere:
  Letteratura
  Arte
  Costume
  Bibliografia
  Filmografia
  Luoghi Guerriani:
  Santarcangelo di Romagna
  Pennabilli
  Roma
  Russia
  Luoghi della poesia
  Spot tv
  Premi e riconoscimenti
  Dicono di lui:
  85 pensieri
  Pubblicazioni
  Documentari
versione stampa
Sito realizzato con la collaborazione di  
 
Associazione | Tonino Guerra | Attività | Musei | Eventi | Area stampa
© 2007 - Associazione Culturale Tonino Guerra - Via dei Fossi, 4 - 47864 Pennabilli RN - CF 92035480414