Home page
Home | Newsletter | Link | Info e contatti | Mappa del sito | Crediti
English version
Associazione Culturale Tonino Guerra Tonino Guerra Attività dell'Associazione Culturale Tonino Guerra  I musei di Tonino Guerra Gli eventi dell'Associazione Culturale Tonino Guerra Comunicati e rassegna stampa
       
       › Home Tonino Guerra Filmografia L'eternità e un giorno  
 
  Immagine non disponibile   L'eternità e un giorno

Anno
1998

Titolo originale
Mia Eoniotita Kai Mia Mera

Altri titoli
Eternity and a Day
L'éternité et un jour

Durata
129

Origine
Francia, Grecia, Italia

Colore
C

Genere
Allegorico

Tratto da
Romanzo "L'exil et le royaume" di Albert Camus

Produzione
Greek Film Center

Distribuzione
Istituto Luce (1998) - Video Club Luce

Regia
Theo Angelopoulos

Soggetto
Albert Camus

Sceneggiatura
Tonino Guerra
Petros Markaris
Theo Angelopoulos

Attori
Bruno Ganz - Alexandros
Isabelle Renauld - Anna
Fabrizio Bentivoglio - Solomos
Despina Bebedelli - madre di Alexandros
Achileas Skevis - bambino albanese
Alexandra Ladikou - madre di Anna
Helene Gerasimidou - Urania

Fotografia
Yorgos Arvanitis
Andreas Sinanos

Musiche
Eleni Karaindrou

Montaggio
Yannis Tsitsopoulos

Scenografia
Giorgios Patsos
Giorgios Ziakas

Costumi
Giorgos Patsas

Trama
A Salonicco, Alessandro, poeta e intellettuale ormai anziano, si prepara a lasciare definitivamente la casa sul mare dove ha sempre vissuto. Casualmente ritrova una lettera della moglie Anna: vi è descritto un giorno d'estate di trenta anni prima. Allora Alessandro sente che è giunto il momento di cominciare un viaggio senza una meta particolare, se non quella di mettere insieme le suggestioni del passato e le malinconie del presente. L'artista vorrebbe trovare ancora il conforto della poesia, ma le parole non sembrano più sufficienti. Messosi in cammino, Alessandro incontra un bambino, ne intuisce la situazione di pericolo, lo salva dalla turpe tratta dell'infanzia condotta dai clandestini, lo porta in giro con sé. Rievoca poi alcune figure di poeti del passato, tra cui Ugo Foscolo, e immagina il poeta come colui che compra le parole. Va a portare il cane alla domestica di casa, osserva la festa per il matrimonio della figlia, incontra il medico col quale concorda di ricoverarsi il giorno dopo, sentendosi ormai molto malato. In ospedale immagina di andare a visitare l'anziana madre. Poi lui e il bambino salgono su un autobus, insieme a loro ci sono giovani vivaci, altri con bandiere, alcuni musicisti. Scendono, si dirigono verso una nave, per il bambino è il futuro. Alessandro, rimasto solo, si rivolge verso il mare.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  Biografia
  Galleria immagini
  Opere:
  Letteratura
  Arte
  Costume
  Bibliografia
  Filmografia
  Luoghi Guerriani:
  Santarcangelo di Romagna
  Pennabilli
  Roma
  Russia
  Luoghi della poesia
  Spot tv
  Premi e riconoscimenti
  Dicono di lui:
  85 pensieri
  Pubblicazioni
  Documentari
versione stampa
Sito realizzato con la collaborazione di  
 
Associazione | Tonino Guerra | Attività | Musei | Eventi | Area stampa
© 2007 - Associazione Culturale Tonino Guerra - Via dei Fossi, 4 - 47864 Pennabilli RN - CF 92035480414