Home page
Home | Newsletter | Link | Info e contatti | Mappa del sito | Crediti
English version
Associazione Culturale Tonino Guerra Tonino Guerra Attività dell'Associazione Culturale Tonino Guerra  I musei di Tonino Guerra Gli eventi dell'Associazione Culturale Tonino Guerra Comunicati e rassegna stampa
       
       › Home Tonino Guerra Filmografia Il caso Mattei  
 
  Locandina Il caso Mattei   Il caso Mattei

Anno
1972

Altri titoli
The Mattei affair

Durata
116

Origine
Italia

Colore
C

Genere
Drammatico

Produzione
Franco Cristaldi per Vides, Verona Cinematografica

Distribuzione
Cic - Ricordi Video, Rcs Films & Tv, L'unità Video

Regia
Francesco Rosi

Soggetto
Francesco Rosi
Tonino Guerra

Sceneggiatura
Francesco Rosi
Tonino Guerra

Attori
Gian Maria Volonté - Enrico Mattei
Luigi Squarzina - giornalista liberale
Gianfranco Ombuen - ingegner Ferrari
Edda Ferronao - signora Mattei
Accursio Di Leo - personalità siciliana
Peter Baldwin - Mc Hale
Franco Graziosi - il ministro
Elio Jotta - capo commissario inchiesta
Luciano Colitti - Bertuzzi
Aldo Barberito - ufficiale
Dario Michaelis - ufficiale dei carabinieri
Terenzio Cordova - funzionario di polizia
Umberto D'Arrò - giornalista
Felice Fulchignoni - personalità siciliana
Gianni Farneti - giornalista
Vittorio Fanfoni - giornalista
Ugo Zatterin - giornalista
Thyraud De Vosjoli - sè stesso
Furio Colombo -assistente di Mattei
Sennuccio Benelli - giornalista
Arrigo Benedetti - giornalista
Alessio Baume - giornalista "Time"
Ferruccio Parri - giornalista
Jean Rougeul - funzionario ameriano
Giuseppe Rosselli - giornalista
Renato Romano - giornalista
Michele Pantaleone - giornalista
Blaise Morrissey - petroliere americano
Camillo Milli - agente di cambio
Giuseppe Lo Presti - personalità siciliana
Salvo Licata - giornalista
Francesco Rosi - sè stesso

Fotografia
Pasqualino De Santis

Musiche
Piero Piccioni

Montaggio
Ruggero Mastroianni

Scenografia
Andrea Crisanti

Costumi
Franco Carretti

Trama
Nominato, nell'immediato dopoguerra, a capo dell'Agip (l'ente petrolifero creato dal fascismo) con il compito di liquidarla, il marchigiano Enrico Mattei decide invece di tenerla in vita (questa decisione è dovuta al ritrovamento di una relazione affermante che la Val Padana nasconde importanti risorse energetiche). Riprese le trivellazioni, l'Agip trae soprattutto metano. Tale gas consentirà di fornire all'industria energia a basso prezzo. Per Mattei è il punto di partenza per la creazione di un centro di potere, al servizio dello Stato e degli italiani, che gli darà il modo di impostare su nuove basi i rapporti con i Paesi produttori di petrolio. La sua politica, sorretta da giuste intuizioni, e condotta con straordinaria energia e spirito imprenditoriale, provocherà la rabbiosa reazione degli interessi da lui colpiti. Che siano stati proprio questi a decretare la morte di Mattei, è l'interrogativo che pesa sulla sua fine, avvenuta nel 1962, quando il bi-reattore personale usato per i suoi spostamenti d'affari precipitò nelle campagne di Bascapè, a pochi chilometri da Milano. Molti elementi sembrano suffragare tale ipotesi, e il film, senza avvalorarli, li enumera attraverso interviste con l'ex capo dei servizi segreti francesi e con altre personalità.

Note
Palma d'oro al Festival di Cannes 1972.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  Biografia
  Galleria immagini
  Opere:
  Letteratura
  Arte
  Costume
  Bibliografia
  Filmografia
  Luoghi Guerriani:
  Santarcangelo di Romagna
  Pennabilli
  Roma
  Russia
  Luoghi della poesia
  Spot tv
  Premi e riconoscimenti
  Dicono di lui:
  85 pensieri
  Pubblicazioni
  Documentari
versione stampa
Sito realizzato con la collaborazione di  
 
Associazione | Tonino Guerra | Attività | Musei | Eventi | Area stampa
© 2007 - Associazione Culturale Tonino Guerra - Via dei Fossi, 4 - 47864 Pennabilli RN - CF 92035480414